la nostra storia

Il 4 Giugno 2020, TEC Eurolab ha festeggiato i suoi primi 30 anni di attività. Un grande risultato raggiunto grazie all’entusiasmo e la determinazione dei soci fondatori Paolo Moscatti, Alberto Montagnani, Loretta Gozzi, Anna Grassi e di tutti i collaboratori che nel tempo hanno contribuito alla crescita dell’azienda.

Non è un traguardo è semplicemente un punto di passaggio, consegniamo alla storia quanto fatto fino a ieri, mentre viviamo l’oggi proiettati nel domani. Per noi è solo questo. Per il mercato, per i nostri clienti e per gli stakeholder mi auguro possa significare solidità, sostenibilità nel tempo e, quindi, alimentare la fiducia nel nostro marchio, nel nostro modo di essere e di servire”.

Paolo Moscatti, Presidente di TEC Eurolab

Oltre 30 anni di storia

 

Anni 90

LA FONDAZIONE

Il 4 giugno 1990 nasce Eurolab snc fondata da Alberto Montagnani e Paolo Moscatti. Un laboratorio di prove distruttive e non distruttive su materiali, con l’obiettivo di garantire al cliente i massimi livelli di qualità tramite investimenti in strumentazioni all’avanguardia, formazione continua del personale e conseguimento di accreditamenti. Vengono eseguite le prime prove non distruttive con metodi superficiali: controllo visivo, liquidi penetranti, particelle magnetiche.

Anni 2000

LA CRESCITA

Nel 2002 viene inaugurata la sede di Viale Europa. Dagli iniziali 330 mq di Via della Resistenza, gli spazi aumentano a 1.100 mq, con un successivo ampliamento a 2.100 mq nel 2006. Nel 2005 la ragione sociale diventa TEC Eurolab srl e il marchio viene registrato a livello europeo. Si ottiene il riconoscimento di Alenia Aeronautica e iniziano i primi test sui fasteners di impiego aeronautico. Si ottiene l’accreditamento come Organismo di Certificazione. Si dà maggior spazio alle prove non distruttive, integrando radiografia e ultrasuoni.

2008-2012

LA CRISI FINANZIARIA GLOBALE E LA RIPRESA

Con la crisi economica e finanziaria globale del 2008, il fatturato del 2009 cala del 32% rispetto all’anno precedente. Grazie ad una oculatissima gestione, il bilancio si chiude comunque in pareggio. Nel 2010 si ottiene l’accreditamento NADCAP. Il 2011 è un anno di decisa ripresa, l’azienda torna a crescere in termini di
struttura, competenze, accreditamenti, fatturato e margine.

2013-2016

LA NASCITA DEL CENTRO TOMOGRAFICO

Cambia la strategia di sviluppo. Il responsabile tecnico e la responsabile amministrazione e controllo entrano in CdA. Viene inaugurato il centro tomografico, fra i primi in Italia, con l’entrata in funzione del tomografo X5000 da 240kv. Nel 2015 viene acquistato l’immobile di via Grieco, dove l’anno successivo si trasferisce il nuovo reparto di tomografia, con l’installazione del nuovo tomografo da 450 kV, il più potente disponibile in Italia in quel periodo.

2017-2019

NUOVI SPAZI PER IL CENTRO CONTROLLI NON DISTRUTTIVI

Con il trasferimento in via Grieco dei reparti prove non distruttive, tomografia, dimensionale, ispezioni, organismo di certificazione e formazione, gli spazi di viale Europa vengono ridefiniti, allargando i reparti chimico, metallurgico, prove meccaniche e officina. Vengono effettuati nuovi investimenti in ambito
prove meccaniche, chimico e camere climatiche. Si investe in Cyber Security. Nel 2019 si acquista un tomografo LINAC con potenza di 6 MeV, progettato congiuntamente al produttore. TEC Eurolab è il primo laboratorio privato in Europa a disporre di tale tecnologia. Si investe nella digitalizzazione dei processi, adottando il nuovo gestionale Sage X3

2020-2021

LA REAZIONE ALLA PANDEMIA

Nel mese di febbraio 2020 si diffonde la pandemia da COVID-19. Le attività aziendali ne risultano gravemente intaccate con il conseguente crollo del fatturato. Nello stesso periodo, in seguito al verificarsi di due gravi incidenti aerei, un importante costruttore di aeromobili vede congelate le sue vendite con conseguente blocco dei piani di sviluppo di un nuovo propulsore. Le conseguenze non tardano a farsi sentire anche in TEC Eurolab dove venivano eseguiti i controlli non distruttivi e l’analisi dei materiali di alcuni componenti del motore. A causa di questi eventi concomitanti, a fine anno il fatturato segnerà un crollo del 30%. L’azienda ha avviato un’immediata, oculata, ma drastica, politica di taglio della spesa corrente. Non si è, tuttavia, rinunciato a investire in tecnologia, competenze e sicurezza. Iniziano, infatti, anche i lavori di riqualificazione del laboratorio di via della Resistenza, prima storica sede in Campogalliano, destinato ad accogliere, nel 2021, il Centro Prove Funzionali. A maggior tutela della corretta gestione aziendale viene adottato il Modello Organizzativo 231. Nel corso del 2021, nonostante il contesto economico sia ancora influenzato dagli effetti pandemici, si registra una significativa ripresa, Si registra il numero record di clienti serviti. Il fatturato, al netto del contributo del maggior cliente aeronautico, che non ha ancora risolto i problemi derivanti dal blocco delle attività, cresce del 24% rispetto al 2020 e del 9% rispetto al 2019, ultimo anno prima della nefasta esplosione pandemica.

2022-2023

NUOVI INVESTIMENTI

Lo scoppio della guerra in Ucraina e l’inflazione non lasciano tranquillo il contesto economico; ciò non di meno TEC Eurolab investe nel settore delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, acquisendo il 30% di BlueTensor, azienda trentina con la quale si collabora per l’implementazione di soluzioni di AI a supporto dei processi di valutazione della conformità di materiali e componenti. L’azienda risente del forte incremento dei costi energetici e dei materiali di consumo ma grazie ad un consolidamento dei processi commerciali e a un attento controllo di gestione chiude comunque positivamente e con un leggero aumento del fatturato.

Siamo al tuo servizio. Contattaci