Spettrometria ad emissione al plasma (ICP)

SPETTROMETRO AD EMISSIONE AL PLASMA (ICP)

La spettrometria ad emissione al plasma è una tecnica di tipo “distruttiva” che permette di determinare in maniera quantitativa la maggior parte degli elementi chimici della tavola periodica anche in concentrazioni molto basse (ppm)
 
CAMPO DI APPLICAZIONE:
 
LEGHE METALLICHE
E’ possibile analizzare qualsiasi tipologia di lega metallica (acciai, ghise, leghe di alluminio, titanio, nichel, cobalto, zinco, magnesio, stagno, piombo, tungsteno, ecc). 
Sono sufficienti pochi grammi di campione (1-2 gr) per avere la composizione chimica del materiale.
Il campione può essere sottoforma massiva, di truciolo o polvere. 

OLI
È possibile analizzare i metalli d’usura negli oli lubrificanti secondo la normativa ASTM D5185.
Sono sufficienti 10 ml di olio usato ( è sempre bene analizzare anche l’olio nuovo per confronto).

METALLI PER CESSIONE
E’ possibile analizzare i metalli rilasciati in un liquido simulante per l’idoneità dei materiali a contatto con gli alimenti (DM21/03/73), l’acqua potabile (DM76/04/2007), la pelle (rilascio del nichel da oggetti a contatto prolungato con la pelle secondo UNI EN 1811) e i metalli pesanti rilasciati dai giocattoli (UNI EN 71-3:2002).
 
ANALISI SOLUZIONI ACQUOSE
E’ possibile analizzare i metalli in tracce presenti in una qualsiasi soluzione acquosa (acqua di rete, acqua di refrigerazione , bagni galvanici, ecc).
Sono sufficienti 10 ml di soluzione.
 
 
 

TEC Eurolab partecipa alla certificazione dei CRM della MBH ANALYTICAL
Sigla.com - Internet Partner