Responsabilità del proprio agire

 
La responsabilità può essere definita come la possibilità di prevedere le conseguenze del proprio comportamento e correggere lo stesso sulla base di tale previsione.
Si tratta di un concetto centrale anche nel linguaggio aziendale.
La responsabilità presuppone una situazione
di libertà, in cui la persona può scegliere quale comportamento tenere; ove tale scelta non gli fosse possibile, infatti, anche laddove fosse in grado di prevedere le conseguenze delle sue azioni, non potrebbe comunque adottare un diverso comportamento alla luce della sua previsione.
 
D'altra parte, affinché si possa parlare di responsabilità,
è necessario che la persona si trovi in una situazione di libertà limitata, in cui i comportamenti che può tenere non sono del tutto indifferenti giacché, altrimenti, non vi sarebbe ragione di scegliere l'uno piuttosto che l'altro sulla base delle conseguenze previste.
 
Da quanto detto emerge che una persona si può dire responsabile di uno stato di cose se sussistono congiuntamente le seguenti condizioni:
• lo stato di cose è una conseguenza del suo comportamento;
• la persona avrebbe potuto prevedere questa conseguenza certa o anche solo probabile del suo comportamento;
La persona, volendo, avrebbe potuto comportarsi diversamente, evitando così tale conseguenza.
 
Una persona è responsabile se, quando agisce, cerca di prevedere le conseguenze delle sue azioni e correggerle di conseguenza.
 
  
Responsabilità nell'organizzazione aziendale
Qualsiasi posizione nella struttura organizzativa di un‘azienda comporta il dovere e, quindi, la responsabilità di tenere determinati comportamenti organizzativi o conseguire determinati risultati. Per certe posizioni, però, la responsabilità riguarda comportamenti che devono essere tenuti o risultati che devono essere conseguiti da un gruppo di persone. In questi casi chi ricopre la posizione ha la responsabilità o è responsabile dell'unità organizzativa, del processo ecc.
Tale responsabilità non può essere disgiunta dalla necessaria  autorità sulle persone del cui operato si  risponde, sicché l'una implica l'altra; responsabile è, dunque, chi ha un ruolo di comando (non necessariamente manageriale).

 
Accountability
Nella cultura anglosassone, per esprimere un determinato “grado di responsabilità” esiste un termine non traducibile in italiano: ACCOUNTABILITY. Il significato è quello di "il dovere di rendere conto”. In senso lato indica il dovere di documentare, di rendicontare l'esito del nostro operato a chi ci ha dato l'incarico e/o ci paga lo stipendio e/o ci ha messo a disposizione risorse; quindi, per i dipendenti pubblici, anche ai cittadini in quanto contribuenti.
Abbiamo il sospetto che la mancanza di un corrispondente termine nella lingua italiana non sia una questione semantica ma culturale.
 
 
 

Scarica file
Accreditamenti Aster Accredia Accredia Accredia Tuv Nord Nadcap Crit
Sigla.com - Internet Partner