Prove di corrosione e condizionamento

La corrosione, ovvero la interazione chimica (o elettrochimica) indesiderata e distruttiva di un materiale con l'ambiente, porta con frequenza a rottura in servizio di componenti metallici, o li rende suscettibili a rottura da parte di altri meccanismi. Tutte le reazioni di corrosione sono di natura elettrochimica e dipendono dal comportamento delle celle elettrochimiche sulla superficie metallica. Questo fenomeno vale anche per gli attacchi chimici generalizzati e uniformi, in cui gli anodi e i catodi delle celle sono numerosi, piccoli e raggruppati. Oltre a nozioni basilari di elettrochimica, però, l'analisi delle rotture per corrosione e l'adozione di misure correttive richiedono l'applicazione di alcuni principi di chimica e metallurgia.
 
Il tipo di corrosione, la sua velocità e la sua estensione sono influenzati dalla natura, dalla composizione e dall'uniformità (o non uniformità) dell'ambiente o della superficie metallica a contatto. Di solito, con il progredire della corrosione questi fattori non rimangono costanti, ma sono colpiti da variazioni esterne e da cambiamenti originati dal processo di corrosione stesso.
Sigla.com - Internet Partner