PROVE DI CONFORMITA’ MOCA SU MATERIALI POLIMERICI (PLASTICA E GOMMA) COSA RICHIEDERE AI PRODUTTORI DI MATERIE PRIME

Intervista a Jessica Barbati (Resp. Lab. Chimico) 


Come far fronte ai test MOCA?

I test richiesti per valutare l’idoneità al contatto alimentare secondo il Reg. (CE) 1935:2004 dei materiali polimerici (plastiche e gomme) sono numerosi e complessi, pertanto risultano costosi.
I vari regolamenti specifici per le due tipologie di materiali richiedono controlli sul materiale e sui liquidi di cessione (simulanti).


In che modo effettuare una corretta analisi?

Occorre verificare che tutte le sostanze usate per la produzione dei materiali siano ammesse dai regolamenti vigenti e che siano rispettati i limiti di restrizione per le sostanze cedute.
Purtroppo per il laboratorio ci sono delle limitazioni analitiche importanti: se non si sa cosa cercare non si sa quale tecnica analitica utilizzare. Non esiste un’unica tecnica in grado di rilevare tutte le possibili sostanze cedute.


Perché collaborare con il produttore?

É fondamentale la collaborazione con i produttori di materie prime che sono tenuti a dare all’utilizzatore (trasformatore/stampatore) o per lo meno al laboratorio informazioni sulle sostanze utilizzate.


Quali sono le responsabilità del produttore?

E’ sufficiente che il produttore dichiari di avere usato solo monomeri/additivi ammessi dai regolamenti e indicare quali sostanze tra quelle usate presentano un limite di restrizione.
Senza queste informazioni, le analisi possono essere solo parziali e chi utilizza questa materia prima si assume importanti rischi e responsabilità nei confronti della salute dei consumatori finali, andando contro a sanzioni pesanti.
E’ consigliabile pertanto avvalersi sempre di fornitori che forniscono materie prime certificate MOCA. Ogni protagonista della filiera deve infatti assumersi le proprie responsabilità.

 
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Sigla.com - Internet Partner
Contattaci per saperne di più o richiedere la tua analisi tomografica clicca qui X