PROVE DI CONDIZIONAMENTO

Devi testare il tuo materiale elastomerico?
Durante il ciclo di vita dei materiali elastomerici, è importante determinare la maggior o minor resistenza al loro contatto con un determinato fluido e le possibili variazioni che questi materiali possono avere.
Tali variazioni si riferiscono ai cambiamenti percentuali di alcune caratteristiche come
  • durezza Shore A
  • massa e volume del campione
  • colore
  • variazione delle loro caratteristiche meccaniche come resistenza alla trazione, lacerazione o abrasione.
I fluidi utilizzati per le prove sono oli, grassi, liquidi di raffreddamento, detersivi, oppure oli standard, indicati nelle diverse schede tecniche dei materiali elastomerici.

In TEC Eurolab, i test di resistenza ai fluidi vengono svolti in modo statico o dinamico, ad una determinata temperatura e per la durata stabilita da schede tecniche del materiale o concordate con il committente.

Il metodo di prova è basato sulle specifiche ISO 1817 ed ASTM-D471.

I settori di interesse sono tutti quelli che utilizzano componenti in materiale elastomerico a contatto con fluidi come guarnizioni nel settore oleodinamico, soffietti nel settore automotive o guarnizione nel settore idraulico.
 

Case study

Con i controlli con liquidi penetranti, in che misura va rimosso il penetrante senza interferire con i risultati della prova e quale ritenete sia la più corretta modalità di rimozione - stesso discorso per la pulizia?

Il penetrante va rimosso nella quotaparte che risulta in eccesso sulla superficie, senza ad esempio eccedere con le pressioni di lavaggio per evitare...

Quali sono le norme per la qualifica dei saldatori?

La certificazione dei saldatori ad arco per i materiali metallici è regolata dalla norma UNI EN 287 – 2012
Sigla.com - Internet Partner
Contattaci per saperne di più o richiedere la tua analisi tomografica clicca qui X