Materiali compositi e Polimeri

Materiali compositi e Polimeri
TESTING COMPLETO
TEC Eurolab è l'unico Centro Analisi Materiali italiano, in grado di fornire tutte le prove e indagini distruttive sui materiali compositi in accordo ai principali standard internazionali ISO - EN - SACMA - ASTM - BSS - VW spec - PV - FIAT spec - STA

INVESTIGATION e R&D
Failure analysis |  Dimensional validation | Non destructive testing | Procedures | Industrial Tomography | FEA | Reverse engineering | Stress Analysis | Simulation machines | Special projects

CENTRO QUALIFICATO
Alenia Aermacchi | Boeing company | Agusta Westland eurocopter
Perchè polimeri e compositi sono materiali sempre più strategici nell’ industria e come TEC Eurolab supporta i clienti?
Gli studi di ricerca sui nuovi materiali rendono oggi disponibili sul mercato soluzioni innovative per l’industria della meccanica che porta le aziende produttrici ad avvalersi sempre più di polimeri e compositi in sostituzione delle tradizionali leghe metalliche. L’utilizzo di questi nuovi materiali permette di ridurre il peso dei componenti realizzati garantendo al contempo prestazioni equiparabili e talvolta superiori.
L’impiego massivo di polimeri e compositi implica un livello di conoscenza delle loro caratteristiche sempre più approfondito, a partire dalla progettazione delle composizioni della mescola polimerica fino alla verifica delle proprietà del componente finito.
TEC-Eurolab avvalendosi di strumentazioni di ultima generazione e competenze specifiche supporta il cliente a 360° partendo dal semplice controllo qualità dei materiali e verifiche prestazionali rispetto a capitolati, passando per analisi comparative tra materiali affini, fino a valutazioni di problematiche complesse evidenziate in fase di progettazione, produzione e post-produzione.

Come vengono testati polimeri e materiali compositi e cosa viene determinato:
Le caratterizzazioni chimiche mediante spettrofotometria infrarossa, analisi termica e metodologie estrattive dedicate permettono di identificare e quantificare i componenti principali di una mescola polimerica (polimeri base e principali additivi), individuare i parametri termici fondamentali legati a transizioni di fase di primo e secondo ordine (come transizioni vetrose, fusioni , cristallizzazioni e reticolazioni) e valutare eventuali fenomeni di degrado o ossidazione del materiale.
I test fisico meccanici di determinazione dell’indice di fluidità, del punto di rammollimento e della temperatura di distorsione sotto carico permettono di valutare il comportamento in temperatura dei materiali polimerici.
Le proprietà meccaniche di tipo statico dei materiali polimerici e compositi vengono determinate attraverso macchine universali di prova attrezzate con tool specifici per determinare le caratteristiche a trazione, compressione, flessione e taglio non solo a temperatura ambiente ma anche ad alta e bassa temperatura.
Per quanto riguarda le prove meccaniche di tipo dinamico siamo in grado di valutare il ciclo di vita dei componenti attraverso macchine dedicate a prove di fatica e di determinare la resistenza agli urti metodi di prova Charpy e Izod a diverse temperature.
La risposta elastica e la resistenza alla penetrazione possono essere determinate in tutte le scale tipiche dei polimeri (Shore A, D e Rockwell) sia su materiale tale e quale che dopo condizionamenti o invecchiamenti accelerati controllati.
Le prove fisico meccaniche prevedono la preparazione di provini normati che in funzione del semilavorato di partenza possono essere ricavati sia per stampaggio ad iniezione che mediante lavorazione meccanica (taglio ad acqua, macchine CNC) .

Confronto diretto col cliente
TEC Eurolab supporta i clienti condividendo già dalle fasi iniziali le prime impressioni e l’andamento dei test. Iniziamo quindi un percorso con il cliente che ci porterà a scegliere i metodi di prova e le modalità più adeguate al raggiungimento dell’obiettivo prefissato.
PROVE MECCANICHE STATICHE E DINAMICHE (DA -70° A 250° C)
  • prepreg (tensile/ilss)
  • laminates (tensile, compression/bending/open hole, filled hole, bearing, shear gic, cai, fatigue)
  • sandwich e honeycomb (long beam, drum peel, flat wise, lap shear)
  • adhesives and sealants (lap shear, t-peel, tear test, peel test, ilss)​
 
MECCANICA DELLA FRATTURA
  • Double Cantilever Beam (DCB) – Mixed Mode Bending (MMB) - GIC
 
PROVE CHIMICO FISICHE
  • chemical analysis (ft-ir, xrd, eds )
  • material composition (resin content, fiber area weight, voids, volatiles, density, gel time, resin flow)
  • thermal analysis (dma, tga, dsc, smoke analysis)
 
PROVE DI INVECCHIAMENTO
  • chemical aging (immersion, wet & dry cycles, both in liquid and in vapor)
  • thermal and humidity aging (continuous, cyclic both in temperature and in humidity)
  • radiation aging (solar, UV, Xenon test)
  • combined
 
FAILURE ANALYSIS
  • problem examination
  • fractography
  • root cause analysis
  • reappear test
 
CONTROLLI NON DISTRUTTIVI
  • Ultrasonic Phased Array test
  • 2D X-Raytest on field

INDUSTRIAL TOMOGRAPHY
  • RX 3D Analysis, defects evaluation;
  • 3D micrometric dimensional control (tolerance verification and CAD comparison);
  • Assembly, bonding, lay up analysis
  • Fiber flow analysis
  • 3D images for Reverse Engineering
  • Certification of test blocks for UT

Gallery

Prove Meccaniche | Drum peel test

Tomografia Industriale: X-Ray 3D of Honeycomb

Tomografia Industriale: X-Ray 3D of a Plastic Part

Controlli non distruttivi: Phased Array UT in vasca su composito honeycomb

Accreditamenti Aster Accredia Accredia Accredia Tuv Nord Nadcap Crit
Sigla.com - Internet Partner