METODO RADIOGRAFICO (RT)

Descrizione

Il controllo radiografico (identificato dall’acronimo RT), mediante l’invio di radiazione X attraverso un materiale, è in grado di rilevare discontinuità sia localizzate all’interno sia localizzate in superficie o in prossimità di essa. Il controllo radiografico, a prescindere dalla tecnica impiegata (FILM o NO FILM) fornisce, come output, una proiezione su un piano 2D, dell’intero volume attraversato dalla radiazione. Il controllo RT eccelle particolarmente nella rilevazione di discontinuità parallele alla direzione di propagazione del fascio ionizzante. La presenza di una discontinuità viene evidenziata come un area più scura (maggior annerimento radiografico) rispetto al background circostante, nel caso in cui sia un vuoto (porosità, cavità, mancanza di fusione, layer mancanti) o nel caso di inclusione meno densa (ad esempio inclusione di scoria in un processo fusorio). Le discontinuità si osservano invece come aree più chiare (minor annerimento radiografico) rispetto al background, nel caso in cui la loro densità sia maggiore rispetto alla matrice di materiale circostante.

Applicazioni

Il controllo RT non presenta particolari limiti di applicazione ad eccezione di:
  • Spessori da attraversare: maggiore è lo spessore da attraversare, maggiore è la potenza di cui si deve disporre per ottenere una immagine che sia in qualità radiografica
  • Giacitura delle discontinuità: discontinuità orientate perpendicolarmente alla direzione di propagazione del fascio RX sono difficilmente rilevabili
Compresi questi due punti, il controllo RX può essere applicato a numerosi materiali e metodologie di fabbricazione. Nel caso di materiali metallici il controllo radiografico trova le sua applicazioni principali nel controllo di giunti saldati, prodotti ottenuti da fusione, o componenti realizzati mediante tecnologia additiva.
La crescita dell’Additive Manufacturing, ed il suo utilizzo sempre maggiore in ambiti strutturali, anche per componenti non metallici (materiali plastici / compositi) rende il controllo RT molto utilizzato per la ricerca di layer non fusi, bolle di gas o cavità dovute ad un errato processo di iniezione / raffreddamento.

La possibilità di attraversare numerosi materiali rappresentandoli con valori di grigi differenti consente anche di utilizzare il controllo RX per la verifica del posizionamento di componenti non direttamente visibili o accessibili. Questo tipo di applicazione è particolarmente utile nell’analisi di prodotti elettronici in cui le feature da individuare sono spesso occultate o non ispezionabili con altre metodologie

Strumentazioni

TEC Eurolab dispone di 2 sorgenti radiogene rispettivamente da 160 KV (posizionata in un cabinet modulare) e da 320 KV, posizionata in un bunker in cemento armato e montata su un sistema di sostegno antropomorfo per garantire l’ispezione di componenti a geometria complessa.

In relazione ai detector, complementari alla sorgente radiogena al fine di ottenere una immagine radiografica valutabile, TEC Eurolab propone 3 differenti soluzioni, ognuna con caratteristiche distintive:
  • Tecnica RT Film mediante Pellicola: TEC Eurolab può eseguire controlli radiografici su pellicola (Film) in accordo alla UNI EN ISO 5579 (Accreditamento ACCREDIA 17025) ed in accordo alla ASTM E1742 / E1742M (Accreditamento NADCAP Checklist AC7114/4). Il controllo radiografico su pellicola può essere applicato su numerose tipologie di manufatti industriali garantendo elevate sensibilità e, grazie ai check periodici svolti, la conservazione del dato per le tempistiche necessarie ai fini dell’assicurazione qualità
  • Tecnica RT No Film CR (Computed Radiography) mediante schermi ai fosfori: TEC Eurolab è accreditata ACCREDIA 17025 nel metodo RT Non Film CR in accordo alla UNI EN ISO 16371-2. L’acquisizione di un sistema CR nel 2015, ed il rapidissimo accreditamento ACCREDIA 17025 ha consentito di proporre un controllo radiografico che conserva buona parte del controllo RT film (flessibilità dei Plate unita ad elevate risoluzioni di scansione) fornendo un output di tipo digitale più facilmente condivisibile con il cliente. Questo controllo viene svolto su numerose tipologie di componenti e trova applicazione preferenziale nel controllo di manufatti AM in cui la maggiore latitudine di posa, rispetto al controllo RT Film su pellicola, consente l’osservazione in qualità di immagini di aree più estese, a parità di proiezione e posizione di esposizione.
  • Tecnica RT No Film DR (Digital Radiography) mediante pannello DDA: TEC Eurolab ha recentemente acquisito un sistema per l’esecuzione di controlli radiografici in accordo alle ASTM E2798 ed ASTM E 2737. Questa tecnica, che abbina elevate sensibilità e ripetibilità, a capability di produzione elevate sarà oggetto di accreditamento NADCAP secondo la Checklist AC 7114/10 nel corso del 2022 per completare la proposta in ambito Radiografico.
Sigla.com - Internet Partner
Contattaci per saperne di più o richiedere la tua analisi tomografica clicca qui X