"Con la tomografia industriale computerizzata è possibile esplorare l’interno di oggetti e componenti, viaggiare passo a passo nei loro strati, sezione per sezione, indagarne i meccanismi come fossero dettagli di un paesaggio. E questo senza aprire, danneggiare o modificare in alcun modo l’oggetto ispezionato, operazioni che causerebbero la perdita di informazioni indispensabili”
La tomografia industriale computerizzata (Industrial CT X-Ray scan) è un metodo di controllo non distruttivo avanzato. Consente di ottenere l'immagine 3D virtuale del componente analizzato, comprensiva di tutte le difettosità e geometrie interne ed esterne, con definizione e precisione micrometrica. La tomografia RX è l’evoluzione naturale della radioscopia e della radiografia digitale. L'evoluzione consiste nell'ottenere il volume tridimensionale dell’oggetto analizzato, anziché semplicemente le immagini 2D delle proiezioni radiografiche. Il volume 3D, calibrato dimensionalmente, consente di effettuare analisi e misurazioni quantitative oltre che qualitative. In particolare, avendo l'immagine tridimensionale del componente, è possibile navigare virtualmente qualsiasi sezione e analizzare i particolari interni in riferimento sia alle difettosità sia alle caratteristiche dimensionali.
La tomografia industriale computerizzata è uno strumento indispensabile per il CAD comparison 3D o il reverse engineering di componenti aventi feature interne irraggiungibili dalle tradizionali tecniche laser o ottiche. Si integra inoltre perfettamente con un servizio avanzato come la failure analyisis, permettendo di avere un quadro d'insieme dello stato degli oggetti analizzati prima ancora di effettuare tagli o qualsiasi altra prova distruttiva. In questo modo si assicura la conservazione di tutte le informazioni per eventuali ulteriori indagini che dovessero successivamente dimostrarsi necessarie.
I materiali ispezionabili con la tomografia industriale sono molto vari: ad esempio un palettamento in lega di nichel cromo, diverse fusioni in alluminio e anche un componente saldato in titanio.
Sono poi tipiche le applicazioni per i materiali compositi: è possibile analizzare la fibra all'interno di componenti in carbonio o componenti polimerici rinforzati in fibra di vetro.

Un’applicazione molto importante è quella per l'elettronica: è possibile ispezionare tutti gli strati interni a una scheda anche molto complessa a multi-layer, vedere le connessioni fra i vari componenti, andare a controllare la correttezza nell'esecuzione delle saldature e l'assenza dei difetti nei BGA.
Per l'industria dello stampaggio a iniezione la tomografia industriale è un metodo molto efficace, permette infatti di verificare la presenza di tutte le tipologie di difetti interni e anche di validare le dimensioni tenendo conto dei ritiri. Questo permette anche di validare le simulazioni eseguite prima del processo grazie al computer.
Per gli stampaggi con tecnologia avanzata questa tecnologia permette inoltre di verificare l'andamento dei flussi di fibre all'interno del componente fino a identificare anche le sezioni di congiunzione dei flussi che sono particolarmente critiche per la resistenza del componente stesso.
L'output della scansione tomografica è il volume in digitale del componente, caratterizzato da un'accuratezza tale da poterlo facilmente scambiare per un modello CAD. Di questa immagine volumetrica sono disponibili tutte le sezioni, grazie alle quali è possibile esplorarne ogni aspetto.

Per il post processing avanzato dei volumi tomografici viene utilizzato VG Studio, software che permette il rilievo dimensionale di feature geometriche, l'estrazione della superficie STL del componente o anche il confronto 3D con il CAD di progetto. Tali misurazioni permettono di verificare la conformità rispetto alle tolleranze dimensionali e di forma.

VG Studio consente inoltre di eseguire un'analisi quantitativa delle difettosità: di ogni porosità o ritiro sono calcolabili il volume, la superficie, i coefficienti di forma e le coordinate di posizionamento nel riferimento CAD. Queste informazioni possono poi essere estratte in un foglio Excel e confrontate direttamente con i criteri di accettabilità del cliente. Grazie all'integrazione di queste attività di post processing, è possibile eseguire un controllo completo, difettologico e dimensionale, come richiesto dai capitolati di disegno.

Evidenti vantaggi per il cliente sono la possibilità di:
  • Tracciare la qualità dei prodotti in fase di progettazione e messa a punto del processo;
  • Ridurre gli scarti e aumentare l'affidabilità del controllo;
  • Validare altre tecniche di controllo produzione (metodo ultrasonoro e radiografico tradizionale).
Growing for the future with the NSI X7000 
 
Il nostro nuovo sistema X7000 è dotato di un tubo 450kV e un doppio detector. Questo sistema NSI è dedicato ai campioni di alluminio più spessi come blocchi motore per il settore automotive, ed ai materiali più densi come leghe CoCr utilizzati per componenti aerospace in additive manufacturing.

La NSI X7000 ha il più grande sistema di scansione e i detector più precisi sul mercato. Questo ci permetterà di eseguire la scansione di campioni grandi fino a 110 centimetri di larghezza e 3m di altezza.

Il tubo mini-focus Varian 450kV offre elevata potenza senza compromettere la risoluzione. La macchia focale può essere portata fino da 400 micron e questo, in sinergia con il software NSI Subpix, ci permetterà di raggiungere risoluzioni ben al di sotto di 100 micron: tutto questo è irrealizzabile con qualunque altro sistema di tomografia industriale ad alta potenza. Inoltre con il Linear Detector Array fornito da Detection Technology, è possibile ridurre la dispersione in fase di ricostruzione 3D, per offrire la migliore qualità di immagine.


 
NSI X5000 equipped with a 240kV micro-focus tube
 
Il centro tomografico si avvale di strumentazione d’avanguardia con capacità uniche, per fornire un servizio senza eguali. La più grande macchina tomografica walk-in disponibile sul mercato nazionale, un performante network di ricostruzione 3D e post-processing, otto assi di movimentazione per garantire la massima flessibilità d’ispezione e algoritmi di acquisizione brevettati ci permettono di assistere le realtà industriali italiane ed europee. Sia nel controllo di produzione sia in risposta a emergenze con tempi da racing.
Accreditamenti Aster Accredia Accredia Accredia Tuv Nord Nadcap Crit
Sigla.com - Internet Partner