Faq

L’applicazione di liquidi penetranti e dei rispettivi rivelatori, necessita di particolari precauzioni per evitare la corrosione dei particolari indagati?

Si soprattutto su leghe sensibili ad attacchi di agenti alogenati (cloruri, solfuri..); esistono infatti classi di consumabili nelle quali questi elementi sono mantenuti sotto soglie molto piccole.

L’utilizzo dei raggi X comporta rischi?

I tomografi North Star Imaging rispettano tutti i requisiti di sicurezza europei e internazionali. La schermatura del bunker blocca completamente le radiazioni e gli operatori possono lavorare continuativamente a fianco della strumentazione, senza neanche necessità di indossare dosimetri personali. Il campione rimane assolutamente inalterato.

La certificazione per i giunti ad angolo copre anche quella per il testa a testa e viceversa?

No, la norma UNI EN 287 nella sua ultima revisione (2012) ha imposto la netta separazione tra qualifica del saldatore per giunti testa a testa e angolo; di conseguenza, per poter saldare entrambi i tipi di giunto è necessario effettuare due prove distinte. Per quanto riguarda la certificazione dei processi invece, le WPQR che qualificano i giunti testa sono applicabili anche ai giunti ad angolo.

La certificazione per la saldatura di tubi copre anche la saldatura di piastre?

Si, la qualifica per la saldatura di tubi con diametro superiore a 1” copre anche la saldatura di tutti i diametri superiori, oltre che delle piastre.

La morfologia della frattura cambia tra metalli e polimeri?

Si. In genere esistono morfologie caratterizzanti per i diversi materiali, sia essi polimeri, metalli o ceramici.

La morfologia della frattura caratterizza univocamente il tipo di failure?

La morfologia caratterizza diversi tipi di frattura in modo univoco, sia essa una morfologia transgranulare piatta, tipica di un meccanismo a fatica o clivaggio e dimples, caratteristici di sovraccarico. Tuttavia, spesso il danneggiamento e la “failure” di un componente è il risultato di più condizioni che agisco in sinergia.

La qualifica di un saldatore manuale copre anche la saldatura automatica o meccanizzata?

No: la certificazione del saldatore per saldatura manuale non copre la saldatura automatica o meccanizzata, né viceversa. La norma UNI EN 287 – 2012 considera il grado di automazione come una variabile essenziale nei requisiti di certificazione.

La qualifica per la saldatura in una posizione copre anche le altre posizioni?

In generale, il saldatore che dimostra di saper saldare in posizioni più “difficili”, ottiene la certificazione per saldare in tutte le posizioni più facili.

Metodo con bombolette spray: difficoltà oggettiva nel visionare componenti tipo scatolati - saldatura interne a causa della difficoltà nel raggiungere e pulire adeguatamente le superfici interessate

Il lavaggio iniziale è un passaggio fondamentale nel processo con liquidi penetranti, indipendentemente dalla tipologia di applicazione (con bombolette spray e/o ad immersione). Su prodotti scatolati in alcuni casi viene utilizzata la tecnica “a passaggio” per la verifica di eventuali perdite: liquido penetrante interno e liquido rilevatore esterno.

Metodo Liquidi penetranti. è consigliato usare solvente spray per la preparazione/pulizia della superficie da analizzare o si può usare una normale acqua?

La scelta tra lavabile con acqua e solvente spray deve essere valutata in funzione del tipo di penetrante usato e dei parametri di controllo, che sono comunque da verificare tramite gli appositi test pannel.

Nei polimeri che tipo di analisi si fanno?

Esistono moltissime analisi che possono essere condotte sui materiali polimerici. Analisi termiche e ad infrarossi, volte a caratterizzare la chimica del materiale, analisi della viscosità dei fusi, analisi della granulometria delle polveri, valutazione della resistenza chimica.

Nell’ambito delle Failure Analysis, su quali materiali è possibile eseguire la tomografia? e quali no?

La tomografia industriale è una tecnica di indagine molto potente, in quanto permette di analizzare qualunque oggetto e tipo di materiale. Lavorando sul principio fisico dei raggi x, l’unico aspetto discriminante sulla fattibilità o meno di una scansione tomografica è lo spessore del materiale da attraversare e non la tipologia di materiale in sé. Lo spessore massimo attraversabile varierà a seconda delle diverse tipologie di materiale analizzato.

Per quanto riguarda il controllo volumetrico, in base alla vostra esperienza siete più orientati al controllo UT con Phased Array o alla tradizionale radiografia? (ad esempio nel caso di controlli durante la costruzione di un impianto per in Raffineria)

La scelta tra UT (metodo ultrasuoni) con Phased Array e la tecnica tradizionale di radiografia in lastre si basa principalmente sui parametri inerenti agli spessori dei materiali e l’accessibilità della zona di controllo. 

Potete fare qualche cenno ad analisi di failure di tipo tribologico?. Usura / grippaggio. Quali strumenti impiegate?

Si utilizzano il SEM per l’osservazione delle zone danneggiate. Eventualmente si possono effettuare microanalisi per valutare la presenza di sostanze esogene. Per loro natura, le failure di tipo tribologico riguardano insiemi di componenti che agiscono in concomitanza; quindi, un’analisi di questo tipo non può prescindere da un’indagine approfondita del funzionamento dell’assemblato.

Prendendo ad esempio una linea in cui passa del fluido, il controllo UT (ultrasuoni) potrebbe essere poco efficace in virtù del fatto che all'interno vi è passaggio di fluido?

Per l’esecuzione di controlli non distruttivi in condizioni di sicurezza ed efficacia ispettiva, è consigliato evitare condizioni di controllo con passaggio del fluido durante l’intervento. Se non è possibile tale accorgimento, l’efficacia, la sensibilità del controllo (UT o altri) e le condizioni di sicurezza  devono essere verificate, validate e certificate da una procedura di controllo sottoscritta da un liv.3 UNI EN ISO 9712 o ASNT TC 1A. 
Per saperne di più sulla certificazione del personale clicca qui

Può essere utilizzata per analisi metallurgiche?

La tomografia discrimina principalmente la densità dei materiali scansionati. Permette quindi di distinguere inclusioni e segregazioni micrometriche a condizione che queste siano di dimensioni maggiori rispetto alla definizione dell’immagine e che la loro densità si discosti sufficientemente da quella del materiale base. Fasi differenti ma di densità fra loro simile possono essere discriminate utilizzando filtri di forma automatizzati. Per ottenere il miglior risultato, le applicazioni metallurgiche richiedono l’utilizzo di tubi nanofocus (0,5-0,8 micrometri di macchia focale) e la preparazione di campioni dimensionalmente nell’ordine del millimetro cubo.
Accreditamenti Aster Accredia Accredia Accredia Tuv Nord Nadcap Crit
Sigla.com - Internet Partner