Controlli non distruttivi

I controlli non distruttivi (CND) trovano applicazione quando è necessario controllare un componente, senza interferire minimamente con lo stesso. Si applicano nel controllo del prodotto finito o nei test pre-lavorazione, per evitare di sottoporre ad ulteriori lavorazioni pezzi o materiali che presentano difettosità. Possono inoltre essere utilizzati nei controlli in linea, ad esempio a valle di un processo che presenta rischi di integrità per i materiali. I CND si applicano, con diverse tecnologie, a materiali metallici, non metallici e compositi.
I laboratori di Controlli Non Distruttivi TEC Eurolab, sono attrezzati con le più avanzate strumentazioni per eseguire controlli in diverse condizioni, sia il laboratorio che in campo, e lavorano tecnici qualificati al II° e III° Livello, in accordo con le normative UNI EN ISO 9712 - ASNT SNT TC 1A - NAS 410 - EN 4179- Linee Guida ANSF 02/2012.
Sigla.com - Internet Partner