La nostra storia

Fornitore o Partner?

Che differenza c’è tra fornitore e partner? 
Analoga a quella esistente tra il Vostro farmacista di fiducia ed il Vostro medico personale. Vogliamo forse sminuire la professionalità e l’utilità di servirsi di un farmacista competente, disponibile e di provata esperienza? No di certo! Tuttavia, pensate a quale rapporto di “intima confidenza” Vi lega al medico personale rispetto al farmacista di fiducia. Non crediamo sia necessario aggiungere altro.
La nostra storia

"Ogni azienda ha la propria storia, viene fondata, organizzata, vissuta, nel costante tentativo dell’imprenditore di raggiungere il proprio  sogno. Qualunque esso sia."

TEC Eurolab, allora Eurolab SNC, nasce per ragioni e con modalità non dissimili da quelle di altre imprese del florido e competitivo territorio delle provincie di Modena, Reggio Emilia e Bologna. È la storia di due giovani tecnici, Alberto Montagnani e Paolo Moscatti che decisero, nell’ormai lontano 1990, di  cercare di dare concretezza al proprio sogno individuale mediante l’attivazione di un’impresa che, per essere tale, doveva avere uno scopo, una finalità, un’utilità. Venne individuata quella che le rispettive competenze ed esperienze rendevano più concretamente attuabile, quella che garantiva ai due soci le migliori prospettive di riuscita. Ci si mette in proprio per fare ciò che si sa fare, anche se questo non è lo scopo del viaggio: il “saper fare” è il mezzo con il quale si affronta il viaggio. Ciò che sapevamo fare erano le analisi chimiche, le prove meccaniche, le analisi metallografiche, ovvero, i test basilari per la classificazione e la valutazione di conformità delle leghe metalliche: nacque così Eurolab Snc, un piccolo laboratorio metallurgico, avente sede legale ed operativa in un appartamento di 90 mq, opportunamente adattato, al piano terra di un vecchio stabile industriale situato appena oltre il centro storico di Modena. La mancanza di mezzi finanziari propri e quindi la forzata sottocapitalizzazione dell’impresa ne hanno fortemente condizionato lo sviluppo nei primi anni e, nonostante un buon numero di clienti che apprezzavano la qualità del servizio e la disponibilità propria di chi si trova nell’occorrenza, impiegammo ben quattro anni prima di poterci permettere, ripianati i debiti iniziali, nuovi investimenti e il cambio della sede.

La nostra storia

Fu così che nel 1994 l’azienda si trasferì a Campogalliano (MO) in un più consono capannone artigianale. La scelta si rivelò strategica sia in termini di nuovi spazi, 350 mq, sia in termini di posizionamento geografico: all’intersezione delle autostrade A1 e A22, comodamente raggiungibile da tutti i maggiori centri della province limitrofe. Da allora, anno dopo anno, è stato affrontato e realizzato un percorso virtuoso, fatto di formazione continua del personale e di investimenti in apparecchiature, sempre perseguendo la via della qualità, attestata anche dagli enti di accreditamento e certificazione. Nel corso degli anni, grazie al continuo reinvestimento degli utili, al rafforzamento delle competenze tecniche e all’esperienza maturata sul campo, TEC Eurolab cresce, acquisisce nuovi clienti e si caratterizza sempre più come il pronto soccorso dove recarsi per ottenere, mediante prove, analisi e assistenza tecnica le informazioni necessarie per risolvere problematiche legate alla qualifica di materiali, processi e prodotti, valutandone altresì le cause di difettosità e rottura manifestatesi in esercizio. Gli spazi, nonostante l’allargamento a 550 mq, si rivelano inadeguati a sostenere la crescita del laboratorio e così, nel 2002, viene inaugurata l’attuale sede di Viale Europa 40, sempre a Campogalliano (MO). Inizialmente i laboratori si sviluppano su 1.300 mq che vengono successivamente ampliati a 2.100 nel 2006.  Le professionalità e le  competenze acquisite permettono di allargare il campo di intervento, non più solo leghe metalliche ma anche polimeri, materiali compositi, fibra di carbonio; poi i processi speciali:  saldatura, verniciatura e controlli non distruttivi, il centro di taratura, i collaudi dimensionali. Naturalmente ogni nuova competenza, ogni nuovo attestato o riconoscimento, era riconducibile all’ingresso in azienda di nuove figure professionali e anche al miglioramento, al maturare delle esperienze dei collaboratori.

La nostra storia

Venendo ad anni più recenti, tra il 2009 ed il 2012 TEC Eurolab affronta  l’esperienza della gestione di LABMET, laboratorio metallurgico situato a Maniago, in Friuli Venezia Giulia. Inizialmente in società con un ente regionale, nel difficile tentativo  di una partnership pubblico-privato, ed in seguito acquisendo il 100% della struttura. Si trattava di rendere operativo, e profittevole un laboratorio realizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con fondi Europei ma che poi, quanti si erano succeduti nella sua gestione, non erano mai riusciti a far funzionare. In quattro faticosi anni TEC Eurolab ha portato quella struttura ad essere operativa e produttiva ed alla fine del 2013 l’ha ceduta, riconsegnandola ad imprenditori del territorio, in quanto la tipologia di servizi erogati non erano in linea con gli obiettivi di sviluppo della casa madre. Se da un punto di vista prettamente finanziario TEC Eurolab non può certo catalogare l’iniziativa tra quelle di successo, è indubbio come l’esperienza imprenditoriale sia stata significativa e non avara della soddisfazione di aver salvato un investimento pubblico, altrimenti destinato al fallimento, e aver riconsegnato al territorio di appartenenza una struttura funzionante, tecnicamente adeguata ed economicamente equilibrata, in grado di supportare le industrie locali nelle loro necessità di testing metallurgico. Tutto questo perfettamente in linea con l’idea che sta alla base stessa della visione di TEC Eurolab: se è vero che l’impresa non può essere realizzata senza finanza è altrettanto vero che l’impresa non è solo finanza, è molto di più e, non ultimo, è anche responsabilità sociale. Negli stessi anni TEC Eurolab acquisisce un piccolo laboratorio situato nelle vicinanze di Torino, a Ferriera di Buttigliera Alta, e ne fa una propria sede locale. La sede di Torino attualmente occupa una superficie di 600 mq è dotata delle apparecchiature caratteristiche del laboratorio metallurgico, nonché di un’officina per le lavorazioni meccaniche necessarie alla preparazione di provette ed accessori, ed è, naturalmente, in stretto contatto con la sede principale di Campogalliano. Nel corso degli anni 2011 e 2012 viene realizzata una piccola esperienza di internazionalizzazione mediante l’apertura di un laboratorio metallurgico in Cina, a Shanghai. Lo scopo dichiarato era quello di offrire servizi di testing alle aziende italiane presenti in quel distretto con attività produttive. L’iniziativa non ha dato esito positivo e nel corso del 2013 si è deciso di interromperla. Esperienza negativa, ma dall’analisi approfondita della quale è maturata un’esperienza che certamente è risultata, e ancora risulterà, utile nel prosieguo del viaggio della nostra impresa.  (When you lose, dont’t lose the lesson. Dalai Lama)

La nostra storia

Nel corso del 2013 TEC Eurolab realizza un significativo piano di ristrutturazione organizzativa con lo scopo, strategico, di focalizzare ancor più l’attenzione sulle competenze in grado di aiutare i clienti a raggiungere gli obiettivi di qualità del prodotto e ottimizzazione di processo, necessari a mantenere elevati standard di competitività.  In quest’ottica, il ramo d’azienda di taratura strumenti di misura viene ceduto alla multinazionale TRESCAL, in quanto ritenuto non funzionale all’obiettivo strategico. Il ricavato viene immediatamente reinvestito nell’acquisizione di nuove tecnologie e nell’assunzione di ulteriore personale qualificato, dedicato al potenziamento delle attività di controllo di materiali e prodotti e di supporto alle attività di “failure investigation”, dalle quali vengono frequentemente ricavate indicazioni che conducono al miglioramento e all’innovazione dei prodotti. 
Questo, in estrema sintesi, il racconto del nostro viaggio fino a oggi. Viaggio non sempre facile, nel corso del quale abbiamo assaporato soddisfazioni e siamo incorsi in delusioni, ma che ha fatto di noi ciò che siamo oggi: un’azienda che fonda la sua solidità sul proprio capitale intellettuale, un’azienda focalizzata sulla propria missione, consapevole del proprio ruolo tecnico, economico e, non ultimo, sociale.

Il viaggio continua, in buona compagnia, con l’indispensabile contributo dei collaboratori che hanno scelto di condividere con noi, TEC Eurolab, un tratto del percorso che porta al raggiungimento dei propri obiettivi, all’inseguimento del proprio sogno.

Fornitore o Partner?

Le aziende divengono clienti e fornitori in una ramificazione di rapporti funzionali al raggiungimento dei propri obiettivi. 
Nell’approvvigionamento di prodotti e servizi indifferenziati, classificabili cioè come “commodities”,  ovvero come beni o servizi la cui fruibilità è indipendente da chi li produce,  ”l’azienda cliente” utilizza ”l’azienda fornitore”,  valutando adeguatezza ed economicità del prodotto/servizio. Se questo è adeguato qualitativamente ed economicamente, i requisiti per essere scelti come “fornitore” sono praticamente soddisfatti.  Tuttavia, già nella distinzione tra prodotto e servizio, si perde parte di quella fungibilità tipica delle commodities: mentre il prodotto lo possiamo valutare in modo indipendente rispetto a chi lo fornisce, non così per il servizio, essendo le modalità con le quali la prestazione viene erogata, già elemento di possibile differenziazione. Le cose cambiano radicalmente quando un’azienda ha la necessità di acquisire servizi che prevedono alta specializzazione e confidenzialità allo scopo, ad esempio, di indagare su un problema sorto o causato da un suo prodotto in fase di esercizio, o magari per verificare il comportamento di prototipi, o ancora per mettere a punto nuovi materiali in un processo di miglioramento o di innovazione di prodotto.

Allora occorre che il fornitore disponga di competenze distintive, cioè specifiche, ma al tempo stesso multidisciplinari  ed integrabili con le competenze del cliente; competenze necessarie ad assicurare l’adeguatezza tecnica del servizio, la capacità di ascolto attivo e di collaborazione, la riservatezza professionale, ma anche dei sistemi di gestione dei dati, allo scopo di tutelare la proprietà intellettuale del cliente, occorre l’affidabilità che genera fiducia. Ne converrete che, fosse anche per una necessità di carattere occasionale, non stiamo più parlando di un semplice, per quanto qualificato, fornitore ma di qualcosa in più, di qualcuno che potremmo definire “partner”.

Fornitore o Partner?
Che differenza c’è tra fornitore e partner? 
Analoga a quella esistente tra il Vostro farmacista di fiducia ed il Vostro medico personale. Vogliamo forse sminuire la professionalità e l’utilità di servirsi di un farmacista competente, disponibile e di provata esperienza? No di certo! Tuttavia, pensate a quale rapporto di “intima confidenza” Vi lega al medico personale rispetto al farmacista di fiducia. Non crediamo sia necessario aggiungere altro.
Essere Vostro partner, anche nell’ affrontare piccole problematiche, presuppone da parte di TEC Eurolab un atteggiamento ed un comportamento altamente confidenziale e riservato. A noi raccontate dei successi dei Vostri prodotti, perché funzionano bene, perché sono migliori rispetto a quelli della concorrenza; ma anche, e soprattutto, raccontate degli insuccessi, chiedete l’aiuto dei nostri tecnici per comprendere la ragione di difettosità e rotture in esercizio; chiedete il nostro aiuto per migliorare le performance di processi speciali, per qualificare il Vostro personale, per garantire mediante opportuni controlli l’affidabilità dei Vostri prodotti. Forse avete bisogno con continuità della nostra collaborazione o magari, come a volte facciamo (sbagliando, vero?) con il nostro medico di fiducia, vorreste non avere mai occasione di frequentare i nostri laboratori. Certo è che quando Vi capita l’occorrenza, quando necessitate di qualcuno che Vi aiuti, che si metta fianco a fianco con Voi, per la soluzione di un caso che richiede analisi, studio, condivisione di informazioni riservate, partecipazione, allora, un semplice, per quanto qualificato, fornitore, non è sufficiente. Occorre qualcuno in grado di ascoltare, condividere, collaborare, proporre soluzioni, seguirne l’attuazione, il tutto con il massimo riserbo, nel rispetto della Vostra proprietà intellettuale.

Questo è un partner, questo è ciò che, con impegno e modestia, cerchiamo di fare ogni giorno, per i nostri… partner. Certo, perché  il rapporto di fornitura può essere unidirezionale, dominato dal cliente che sceglie il suo fornitore e lo cambia a sua convenienza, mentre il rapporto di partnership, anche tecnologica, non presenta alcuna convenienza nella sostituzione di un partner affidabile; così come non abbiamo convenienza a cambiare di frequente il nostro medico di fiducia. Lo cambiamo se viene meno, appunto, il rapporto di fiducia.
Accreditamenti Aster Accredia Accredia Accredia Tuv Nord Nadcap Crit
Sigla.com - Internet Partner