Aspetti microstrutturali

Come per tutti i tipi di frattura le vere caratteristiche del cedimento vengono messe in evidenza dall'esame su scala microscopica. È  necessario esaminare e correlare sia le caratteristiche visibili con microscopio ottico tradizionale che le caratteristiche morfologiche rilevabili con microscopio elettronico a scansione. Nella frattura duttile la cricca principale si colloca vicino al centro, mentre molte altre cricche più piccole si uniscono insieme e convergono sulla prima. La distorsione dei grani che avviene in questo tipo di rottura è frequentemente rilevabile esaminando le parti danneggiate su una sezione parallela alla direzione di allungamento come evidenziato dalla foto.

Durante la rottura duttile si generano dei microvuoti che all'aumentare del carico coalescono fino a formare cricche che si collocano approssimativamente a metà delle cavità stesse. In questo modo i vuoti vengono ad essere divisi equamente tra le due superfici di rottura, prendendo la configurazione mostrata in figura e  denominata a "dimples".

Per tanto la morfologia rilevabile su una superficie di una frattura duttile è costituita da un ammasso di dimples (semi-cavità) che possono essere rilevate soltanto con l'utilizzo del microscopio elettronico.

L'esame dei dimples, della loro forma e della loro dimensione è fondamentale nello studio di una rottura in quanto queste sono grandezze dalle quali è possibile risalire all'entità e alla direzione delle sollecitazioni che hanno portato alla rottura
Sigla.com - Internet Partner